Il bio computer

In ognuno di noi risiede un timore profondo, spesso celato ma costantemente attivo: la paura di deludere gli altri. Questo timore, radicato profondamente nelle nostre esperienze di vita e nelle relazioni che abbiamo costruito, può diventare un freno potente alla nostra espressione autentica, al nostro benessere e alla realizzazione personale.

La paura di non essere all’altezza delle aspettative altrui, di disattendere le speranze che gli altri ripongono in noi, si manifesta in molti modi: dall’incapacità di dire no, alla tendenza a strafare per compiacere, fino alla costante ricerca di approvazione. Questo comportamento, seppur radicato in un desiderio comprensibile di connessione e accettazione, può portarci a dimenticare la persona più importante: noi stessi.

La morsa di questo timore si stringe attorno a noi nei momenti di silenzio, quando l’assenza di un feedback positivo ci fa dubitare del nostro valore, o quando temiamo che un nostro rifiuto possa allontanare chi ci sta vicino. Questi sentimenti, spesso radicati nelle esperienze dell’infanzia, possono influenzare pesantemente le nostre scelte adulte, condizionando il nostro modo di stare al mondo e di relazionarci con gli altri.

La sensibilità all’approvazione e alla disapprovazione diventa così una bussola che guida i nostri comportamenti, spingendoci a modellare le nostre azioni in base a ciò che pensiamo possa renderci amabili agli occhi altrui. Ma questa strada, pur offrendo una temporanea sensazione di sicurezza, può portarci lontano dalla scoperta di chi siamo veramente e da ciò che desideriamo veramente per noi stessi.

 

Verso l’Autenticità: Un Esercizio di Riflessione e Riconnessione

Per navigare questa paura e avvicinarci a un’espressione più autentica di noi stessi, propongo un semplice esercizio di riflessione e riconnessione con il proprio io interiore.

 

  1. Riflessione sui Momenti di Paura: Prenditi un momento per riflettere sulle situazioni in cui hai sentito la paura di deludere gli altri. Cosa stavi cercando di ottenere? Cosa temevi di perdere?
  2. Riconoscimento delle Emozioni: Identifica le emozioni associate a questi momenti. Prova a scrivere senza giudizi ciò che senti, riconoscendo la legittimità di queste emozioni.
  3. Esplorazione delle Origini: Cerca di risalire alle radici di questa paura. Ci sono esperienze specifiche nella tua infanzia o adolescenza che hanno contribuito a formare questo timore?
  4. Riformulazione del Dialogo Interno: Ogni volta che ti trovi a fronteggiare la paura di deludere, prova a riformulare il tuo dialogo interno con affermazioni più positive e auto-sostenitive. Invece di pensare “Devo fare questo per non deludere”, prova a chiederti “Questo è veramente ciò che desidero fare? Rispecchia chi sono e i miei valori?”
  5. Concessione di Permesso: Datti il permesso di non essere perfetto, di non soddisfare sempre le aspettative altrui. Ricorda che il tuo valore non dipende dall’approvazione esterna.
  6. Espressione Autentica: Infine, impegna un’azione concreta che rifletta la tua autenticità, qualcosa che desideri veramente fare per te stesso, indipendentemente dalle aspettative altrui.
Your Bag
Shop cart Your Bag is Empty