Il bio computer

In questi tempi in cui il presente sembra occupare tutto lo spazio, invadendo la mente con le sue urgenze e le sue incertezze, fermarsi a riflettere sul futuro può sembrare un lusso che pochi possono permettersi. Tuttavia, osare immaginare come vorremmo essere fra cinque anni è un gesto di coraggio, ma soprattutto, un atto necessario di fiducia e di amore verso noi stessi.

La vita di tutti i giorni, con i suoi ritmi frenetici e le sue mille sfide, tende a trascinarci in un vortice di immediatezza da cui è difficile districarsi. Ci ritroviamo così ad affrontare le giornate una dopo l’altra, senza mai alzare lo sguardo verso l’orizzonte del futuro. Ma è proprio in questi momenti di stanchezza e di stress, quando il presente sembra soffocare ogni aspirazione, che dobbiamo trovare la forza di sognare.

Guardarsi in prospettiva, immaginarsi nel futuro, non è solo un esercizio di fantasia, ma un potente strumento di connessione con i nostri desideri più autentici, con quelle aspirazioni profonde che troppo spesso vengono messe a tacere dalle esigenze del quotidiano. Sognarci in un domani migliore ci aiuta a identificare la direzione che vogliamo dare alla nostra vita, a riconoscere i bisogni del nostro bambino interiore e a prendere decisioni più consapevoli nel presente.

Perché, se ci pensiamo bene, progettare il futuro è un po’ come coltivare un giardino: si scelgono i semi con cura, si piantano con amore e si attende pazientemente che germoglino e crescano. E proprio come in un giardino, anche nella vita è fondamentale avere una visione di ciò che vogliamo coltivare, di ciò che vogliamo diventare.

Quindi, oggi, o in questi giorni, regalati qualche minuto di pausa. Trova un angolo tranquillo, lontano dal trambusto del mondo, e lasciati andare alla visualizzazione del tuo futuro. Come vuoi essere fra cinque anni? In che modo desideri che la tua vita sia cambiata? Quali sono le tue aspirazioni per la tua vita affettiva, lavorativa, per la tua salute fisica, per la tua soddisfazione economica e per la tua vita spirituale?

Prendi carta e penna e lascia fluire i tuoi desideri, senza giudicarli o censurarli. Scrivere di getto ti permetterà di focalizzarti sulla tua direzione profonda, su quella crescita che il bambino libero dentro di te desidera esplorare. E una volta che hai messo nero su bianco i tuoi sogni, lascia che le parole decantino. Ritorna alla tua lista dopo qualche giorno: c’è qualcosa che puoi iniziare a fare già adesso, nel tuo presente, per avvicinarti a quella visione?

Ricordati, progettare il futuro è anche un modo per prendersi cura del proprio bambino interiore, per ascoltarlo e per garantirgli che i suoi sogni hanno valore. È un impegno che prendiamo con noi stessi, un impegno che ci ricorda che, nonostante tutto, abbiamo il potere di plasmare la nostra vita in modo che rifletta chi veramente vogliamo essere.

Fermati, sogna, progetta. Perché il futuro inizia proprio da quel momento di coraggio, da quella scintilla di fiducia che accendi oggi.

Your Bag
Shop cart Your Bag is Empty